You are currently browsing geakaren2’s articles.

Ho il blocco dello scrittore, di ricette. Ne ho tantissime da postare, dolci, salate, menu per cenette a due massimo a tre, ma ogni volta che da luglio apro il blog, mi viene un blocco e rinuncio, continuo a scattare foto ogni volta che penso che qualcosa che ho cucinato sia valevole di condivisione, ma ogni volta apro, sbuffo e chiudo. Che questa volta sia quella buona? Un proposito del 2014? Coltivare di più questo blog? Come mi ha detto una persona l’altra sera: chi vivrà, vedrà.

Questa ricetta l’ho fatta per una cena, la versione originale proponeva il riso, ma l’ho sostituito alla polenta, perchè più veloce, il risultato è stato ottimo comunque!

INGREDIENTI

Per 3 persone

– 1 bicchiere di polenta precotta

– 3 bicchieri di acqua

– 1 cucchino e 1/2 di sale

– 200 gr di funghi porcini

– 130 gr di gorgonzola piccante

– latte qb.

– prezzemolo

– olio extravergine di oliva

– 2 spicchi di aglio

– sale e pepe

RICETTA

–  Trifolare i funghi con poco olio, gli spicchi di aglio, sale, pepe e prezzemolo.

– In un pentolino sciogliere il gorgonzola con il latte.

– Preparare la polenta

– in un piatto fondo versare un mestolo di crema al gorgonzola, disporre tre cucchiai di polenta e decorare con i funghi, servire subito, accompagnando con vino rosso.

 

polenta con porcini e gorgonzola

Domani invito un altro amico a cena, oramai ho capito che sono una persona facilmente “stressabile” in fatto di cene, ma il trucco per aggirare lo stress è andare di una cavia alla volta. Sono contenta di aver trovato un trucco, perchè preparare una cena, dal pensarla al metterla in atto è un’altra di quelle cose che mi fa felice ed è uno scopo! E un trucco, per vivere bene, è darsi degli scopi.
Tornando all’argomento cena, il panico mi è preso arrivata al dolce, sapevo cosa volevo replicare (ogni tanto anche io mi ripeto), ma non sapevo dov’era la ricetta e sul blog non ve n’era traccia. Non potevo averla persa, come si può perdere la ricetta di quello che si viene a piazzare al secondo posto come il dolce “più buono del mondo”, dopo quella pere e cioccolato (no, non ho pubblicato nemmeno questa, ops, un problema alla volta)?!? E infatti sarò anche sbadata, ma non così sconsiderata e dopo aver cercato dovunque, giaceva nell’archivio dei siti preferiti! Particolarmente apprezzabile perchè senza burro o latte! Enjoy it!

INGREDIENTI

– 5 pesche gialle mature e sode
– 3 uova
– 150 g di zucchero
– 100 g di farina
– 100 g di amaretti
– 1  bustina di lievito
– un pizzico di sale
– 80 g di nocciole

RICETTA
– Lavare le pesche, sbucciarle e privarle e tagliarle ciascuna in 8 spicchi. Nel mixer ridurre in polvere gli amaretti; tritare le mandorle per formare una granella.
– Montare gli albumi a neve ben ferma con un pizzico di sale. Montare i tuorli con lo zucchero finché saranno chiari e spumosi; aggiungere la farina setacciata con il lievito, quindi gli amaretti, amalgamando bene il composto (l’impasto a questo punto risulterà piuttosto duro: lavorarlo energicamente con un cucchiaio, una volta aggiunti gli albumi sarà perfetto). Incorporare delicatamente gli albumi, mescolando con un cucchiaio dal basso verso l’alto.
– Versare l’impasto in una tortiera rivestita di carta forno e livellarlo bene (deve ricoprire tutto il fondo, formando uno strato abbastanza sottile). Inserite gli spicchi di pesca a raggiera nell’impasto, facendoli sprofondare leggermente. Distribuite uniformemente la granella di nocciole sulla superficie.
– Cuocere in forno preriscaldato a 180° per 50-55 minuti, poi lasciare la torta per 5 minuti nel forno spento semiaperto, in modo che asciughi bene. Fare la prova stecchino, sfornare e lasciare raffreddare.

torta pesche e amaretti2

torta pesche e amaretti

La ricetta, miracolosamente, l’ho trovati qui! Grazie a Elena!

Visto che manco da un po’, eccovi un intero menù veloce, per una serata organizzata all’ultimo minuto con un amico!

LOAF CON POLPA DI GRANCHIO E SALMONE

loaf con polpa di granchio e salmone0

loaf con polpa di granchio e salmone1

loaf con polpa di granchio e salmone

INGREDIENTI

– 3 uova
– 80 ml di olio di girasole
– 100 ml di latte tiepido
– 180 gr di farina
– 120 gr di salmone
– 80 gr di polpa di granchio
– un cucchiaio di parmigiano
– una presa di sale
– una macinata di pepe
– una bustina di lievito per pizza istantaneo
– un cucchiaino di zucchero
– un mazzetto di erba cipollina

RICETTA

– Preriscaldare il forno a 180°. Sbattere nel mixer le uova intere, la farina setacciata, l’olio, il sale e il pepe.
– Aggiungere il lievito sciolto nel latte insieme a un cucchiaino di zucchero (occhio perchè diventa spumoso)
– Unire all’impasto l’erba cipollina, il salmone tagliato a listarelle e la polpa di granchio a pezzettini, amalgamare il tutto e versare in uno stampo da plumcake imburrato.
– Cuocere in forno per 40 min, lasciare raffreddare prima di sfornare

PESCE SPADA ALLA MESSINESE

pesce spada alla messinese

INGREDIENTI

– 400 gr di pesce spada in tranci
– 10 pomodorini
– 1 spicchio di aglio
– olio extravergine di oliva
– una manciata di capperi dissalati
– 2 cucchiai di vino bianco
– origano, sale e peperoncino

RICETTA

– Qualche ora prima marinare in frigo il pesce spada nel vino:
– In una padella antiaderente mettere i pomodorini a dadini, i capperi, l’origano, l’aglio intero, un filo d’olio e il peperoncino e cuocere per dieci minuti a fuoco basso. Mettere da parte
– Cuocere il pesce in un po’ d’olio per qualche minuto per lato, aggiungere i pomodorini e il sughetto della marinatura.
– Servire

INSALATA CAPRICCIOSA DI FAGIOLINI

insalata capricciosa di fagiolini

INGREDIENTI

– 250 gr di fagiolini
– 40 gr di pancetta affumicata a dadini
– 1 scalogno

per la salsa

– 2 cucchiai vino bianco
– 1 cucchiaio di maionese
– 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
– 1 cucchiaio di senape
– 1 cucchiaino di aceto di mele
– 1 cucchiaino di tabasco

RICETTA

– Mondare i fagiolini e cuocerli in acqua bollente salata per 5 minuti, scolare e raffreddare sotto l’acqua fredda.
– Cuocere in una padella lo scalogno a fettine sottili fino a quando è dorato, idem per la pancetta.
– In una scodella unire il vino, l’olio, la maionese, la senape, l’aceto e il tabasco e battere fino ad ottenere una crema liscia.
Mescolare gli ingredienti e completare con una macinata di pepe

Come dolce ho servito la seconda torta più buona che io abbia mai cucinato: quella pere e cacao, accompagnata da un coppetta di gelato, ma di questo parleremo la prossima puntata!

Bon apetit!

Oggi è proprio una di quelle giornate che mi fanno amare l’autunno, la perfezione sarebbe un tè, una chiacchiera e una fetta di questo dolce appena sfornato…

INGREDIENTI

-100 di polpa di mele
– 115 gr di zucchero
– 1/2 lt di acqua
– 200 gr di farina
– 100 gr di burro
– 1 mela e 1/2
– 1 uovo
– 1 cucchiaio di zucchero
– 1/2 bustina di lievito
– 2 chiodi di garofano
– 1 cucchiaino di cannella
– 1 pizzico di sale
– la scorza di mezz’arancia
– 2 cucchiai di acqua di fiori d’arancio

RICETTA

– Cuocere la polpa di mele con l’acqua e 40 gr di  zucchero, a fuoco lento, per 20 minuti.
– Montare i tuorli con il restante zucchero, le spezie,. Unire la farina e il lievito, la polpa di mele, il burro fuso, gli albumi montati a neve e il sale. Da ultimo l’acqua di fiori d’arancio e la scorza.
–  Versare il composto in uno stampo da plumcake, imburrato e infarinato e distribuirvi le fettine di mela in verticale (rispetto alla foto consiglio di distanziare le fettine, per evitare che rimanga cruda al centro). Spolverare con lo zucchero.
– Passare in forno a 180° per 40 minuti.

Ottima a colazione!

Ci sono giorni in cui mi impegno particolarmente a fare la brava e a prendermi cura di me. Quindi, con molto amore, l’altro giorno ho preparato questo soufflè, credo sia la prima volta che ne mangio uno e non so dirvi se sia in linea con il concetto di soufflè, io l’ho trovato ottimo! Sono andata avanti con l’esperimento e ho congelato le porzioni in più, spero di non averlo sprecato, ho ancora l’acquolina!

INGREDIENTI

– 3 Uova
– 250 gr di zucca
– 150 ml di latte
– 60 gr di formaggio tipo asiago
– 30 gr di parmigiano
– 20 gr di farina
– 30 gr di burro
– noce moscata e pepe

RICETTA

– Cuocere la zucca a vapore. E passarla con lo schiaccia patate.
– Preparare una besciamella [io ho sciolto la farina nel burro, diluito con il latte, aggiunto sale, pepe e noce moscata e cotto 15 secondi alla volta nel microonde, mescolando bene ogni volta.]
– Aggiungere la zucca e mescolare con una frusta. Aggiungere 3 tuorli, uno alla volta e i formaggi grattugiati.
– Unire da ultimo gli albumi montati a neve amalgamando delicatamente con una spatola, con un movimento dal basso verso l’alto. – Riempire a 3/4 degli stampini imburrati e infarinati, infornare a 175 per 20 minuti [o comunque fino a quando si forma una crosticina dorata] e servire [Io l’ho accompagnato ad un’insalatina di mistacanza con un cucchiaio di aceto di mele].

[FONTE: Donna Moderna]

 

Questo sarà un halloween un po’ low profile rispetto agli altri anni, però rispetto all’ultimo, un giorno “particolare” per me ,quanto meno posso festeggiarlo e non è poco! Halloween rimane la mia festa preferita e non m’importa se la festa non è “nostra”, l’ho scoperto in giovane età e ricordo ancora il mio primo, quando insieme a mia cugina ci siamo travestite da streghe e siamo andate in tutto il vicinato spiegando cosa diamine stavamo facendo!

– 500 gr di farina 00
– 1 cucchiaino di bicarbonato
– 1 cucchiaio e mezzo di lievito
– 1 cucchiaino di sale
– 2 cucchiaini di cannella
– 1 cucchiaino di zenzero
– 1 cucchiaino di noce moscata
– 1/4 di cucchiaino di chiodi di garofalo
– 230 gr di burro
– 4 uova
– 120 gr di latticello
– 340 gr di purea di zucca

Per il Frosting:

– 100 gr di burro
– 340 gr di formaggio cremoso
– 6 cucchiai di zucchero a velo
– 2 cucchiai di succo di limone
– essenza di vaniglia

RICETTA

– Preriscaldare il forno a 180°.
– Mischiare gli ingredienti asciutti.
– Montare il burro e lo zucchero, fino a che non risulta cremoso. Aggiungere un uovo alla volta e mescolare bene. Unire la farina e il resto alternandola con il latticello. Da ultimo aggiungere la purea di zucca.
– Versare negli stampi ricoperti da stampini di carta e passare in forno per 25 minuti, controllare con uno stuzzicadenti la cottura.
– Mentre raffreddano, montare il formaggio con il burro fuso, il limone e lo zucchero. Distribuire con una spatola su ogni cupcake.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Buon Halloween a tutti!

Sono mesi e mesi che non posto nulla! In realtà c’è stato una specie di sciopero, non proprio della fame… molte cose sono cambiate dalla torta paradiso. Ma sembrerebbe che io sappia ancora cucinare! E di sicuro la mia dispensa virtuale è ancora piena di ricettine non condivise! Quindi consideriamo questo post, come un timido ritorno. Io ci sto provando!

Una premessa a questa ricetta. Mi ricorda la mia suocera ideale, la mamma di F. mio amico di infanzia, adolescenza, adultità (com’è che non esiste un termine per indicare l’età della ragione?). La mamma di F sapeva o voleva cucinare solo due piatti: l’amatriciana e le zucchine ripiene. E le faceva divinamente. Qualità, non quantità! In realtà ho perso i contatti con lei, ma dopo una decina di anni dall’ultima cena a cui sono stata invitata ho trovato il coraggio (ho i miei tempi io!) e ho provato a farle! In realtà per quanto buone, il sapore non era neanche vicino a quello che ricordo io, chissà forse tra altri dieci anni troverò il coraggio di contattarla e chiedergliela!

INGREDIENTI

– 6 zucchine di media grandezza
– 200 gr. di carne tritata
– una piccola cipolla
– un cucchiaio di prezzemolo fresco tritato
– un panino raffermo
-pan grattato
– un bicchiere di latte
– un uovo
– triplo concentrato di pomodoro
– parmigiano grattugiato
– olio extravergine di oliva
– pepe e sale

RICETTA

– Tagliare a metà le zucchine ed estrarre la polpa con l’aiuto di un cucchiaino. Sbollentarle, immergendole per qualche minuto in acqua bollente salata, per poi sgocciolarle e tenere da parte.
– In padella, rosolare prezzemolo, cipolla tritati, aggiungere il ripieno crudo e grattugiato delle zucchine. Da ultimo aggiungere la carne e un cucchiaino di concentrato di pomodoro, cuocere per circa 10 minuti.
– Fuori dal fuoco, aggiungere il panino prima ammollato nel latte e strizzato, un uovo sbattuto ed il sale e il pepe.
– Riempire le zucchine con la farcia (io ho travasato il ripieno nella sac a poche, tanto per evitare disastri!), spolverare con un po’ di formaggio e pangrattato e disporle in una teglia da forno unta con l’olio.
– Cuocere a forno caldo per circa 45 minuti e finchè non si è formata una crosticina dorata.

Immagine

Immagine

Immagine

Et voilà. Buona domenica!

Gea

Ogni tanto ci vuole un piccolo morso di paradiso no? Qualcosa di soffice, dolce e un po’ cioccolattoso per coccolarsi un po’ e ta daaan:

 

INGREDIENTI

– 125 gr di farina 00
– 250 gr di zucchero
– 10 albumi a temperatura ambiente [io li prendo in bottiglia, considerate che l’equivalente è 400 gr]
– 1 cucchiaino di cremor tartaro [buona caccia, non so proprio dove si trovi, io ne ho fatto a meno]
– 1/2 cucchiaino di essenza di vaniglia
Per la copertura:

– 250 gr di cioccolato fondente a pezzetti
– 185 ml di panna
– 50 gr di burro a pezzetti

 

RICETTA

– Preriscaldare il forno a 180°C. Setacciare la farina e 125 gr di zucchero in una ciotola. A parte montare gli albumi, il cremor e un pizzico di sale. Unire lentamente lo zucchero rimasto e sbattere fino a ottenere un composto denso e lucido. Infine aggiungere l’essenza di vaniglia.
– Setacciare metà della miscela di farina sulla meringa, amalgamare e ripetere con quella rimanente. Distribuire il composto nello stampo (non unto, sennò la torta non lievita, misteri, fidiamoci della ricetta, mai capite le sacre leggi della chimica) e infornare per 45 min ca. Staccare la torta dai bordi con una spatola e sfornarla su un piatto, lasciandola raffreddare.
– La copertura: mettere in una casseruola il cioccolato, la panna e il burro. Stendere il cioccolato sulla torta con l’aiuto di una spatola e servire.

 

 

Vi capita mai di non aver voglia di cucinare? A me in continuazione, è bello farlo, ma doverlo fare ogni sera è un altro paio di maniche. Prima per non annoiarmi e variare consultavo il mio ricettario to do e facevo la spesa pensando alle nuove ricette da provare. Questo è un modo, ma quando proprio non sono in vena, allora vado sul sicuro con i “grandi classici”, questi spaghetti ne sono un esempio!

 

INGREDIENTI

– 200 gr di spaghetti
– una manciata di pomodori secchi, lasciati a bagno in acqua tiepida per una ventina di minuti
– uno spicchio di aglio
– olio extravergine di oliva
– prezzemolo fresco (o surgelato, ma va consumato in tempi brevi, l’aroma del prezzemolo è effimero e svanisce presto)
– pangrattato
– sale e peperoncino

 

RICETTA

– Cuocere gli spaghetti in abbondante acqua salata, un minuto in meno rispetto a quanto indicato sulla confezione e mettendo da parte una tazzina di acqua di cottura
– Tritare l’aglio e soffriggerlo nell’olio, aggiungere i pomodori secchi
– Tostare il pangrattato in una padella oliata
– Aggiungere gli spaghetti al condimento e amalgamare il tutto per qualche secondo, spolverare con il prezzemolo e il peperoncino
– Servire con una spolverata di pangrattato.

 

E anche per stasera è andata!

 

L’Autunno ormai è un ricordo, anche perchè è primavera, ma grazie alle serre ce l’abbiamo tutto l’anno, quindi visto che il tempo sarà brutto, perchè non fingere che sia autunno?

INGREDIENTI

– 165 gr di burro
–  210 gr di farina
– una decina di foglioline di salvia
– 2 cucchiaini di lievito
– 1 cucchiaino di sale
– 1/2 cucchiaino di cannella
– 1/4 cucchiaino di noce moscata
– 1/8 cucchiaino di chiodi di garofano
– 200 gr di zucchero
– 2 uova

Per il frosting:

– 55 gr di burro
– 100 gr di zucchero a velo
– aroma vaniglia
– 2 cucchiaini di latte

– Sciogliere il burro, finché non diventa scuro (10 min). Aggiungere lo zucchero, la vaniglia, il latte. Usare immediatamente.

RICETTA

– Preriscaldare il forno a 160°. Sciogliere il burro, aggiungere la salvia e cuocere finchè il burro diventa ambrato. Togliere con un cucchiaio la schiuma che si firmerò in superficie. Filtrare in un altro contenitore per abbattare la temperatura e eliminare la salvia.
– Mixare la farina, il lievito, il sale e le spezie. –
A parte amalgamare la purea, gli zuccheri, le uova e il burro alla salvia. Infine aggiungere la farina.
– Riempire gli stampi per 3/4 e passare in forno per 25 minuti. Decorare a piacere con la glassa.

 

 

 

 

Ottimi col tè chai!

THAT'S ME

RICETTARIO

ARCHIVIO RICETTE

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Segui assieme ad altri 9 follower