You are currently browsing the category archive for the ‘mie creazioni’ category.

Ammetto che stavolta il piatto che ho preparato è deficitario di senso estetico, in pratica ho fatto un book fotografico di questa pasta, e quella è la foto migliore che sono riuscita a fare! Accontentatevi e pensate che a volte l’occhio non vuole la sua parte!

INGREDIENTI

  • 200 gr di orecchiette
  • 1 cavolfiore non troppo grande
  • 150 gr di ricotta
  • ricotta salata
  • olio extravergine di oliva
  • 1 spicchio di aglio
  • vino bianco
  • sale e pepe

RICETTA
– Nel wok scaldare l’olio con lo spicchio di aglio, precedentemente schiacciato, fino a quando è dorato da  entrambe le parti.
– Spezzettare il cavolfiore e saltarlo in padella con l’olio, aggiungere un bicchierino di vino e lasciare sfumare. Terminare la cottura, schiacciare in modo grossolano i pezzetti di verdura.
– Nel frattempo cuocere le orecchiette in abbondante acqua salata [visto che vanno mantecate consiglio di scolarle un minuto prima del tempo indicato nella confezione, se piacciono al dente], prima di scolarle, mettere da parte un mestolo di acqua di cottura.
–  Aggiungere le orecchiette ai broccoli, unire la ricotta e diluire con l’acqua della pasta.
– Servire nei piatti con una spolverata di pepe e una di ricotta salata.

PS. c’è sempre il piccolo particolare che ciò che io chiamo broccolo per il resto del mondo è cavolfiore! 🙂

Annunci

Ho mangiato troppo a New York, era prevedibile, ma torno e sento il bisogno fisico e psichico di cibi buoni e semplici. Senza rinunciare alla gola per carità che la vita è già abbastanza triste così!

INGREDIENTI

– una banana
– 100 gr di ricotta
– cannella
– due nocciole

RICETTA

– Tagliare a fettine una banana.
– Unire la ricotta.
– Sbriciolare le nocciole e spargerle sulla crema, terminare con una spolverata di cannella.
– Fin.


Oggi avrei proprio voglia di un brunch, ma non di andare in un locale, devi chiamare almeno tre giorni prima per un posto decente! No, avrei voglia di un invito a casa di qualcuno, dovrei solo presentarmi con una mise comoda, ma con tacchi e pochette, portando al massimo la cheesecake! Ok, finito di sognare, niente del genere all’orizzonte. Però ecco una ricetta perfetta per un’occasione del genere, l’ispirazione me l’ha data un twitter, di qualche tempo fa, della mia amica MoonlightLily, ecco il perchè del titolo!

dosi x 2

INGREDIENTI

  • 160 gr di farro
  • 200 gr di pomodorini
  • 2 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • un mazzetto di basilico
  • salsa di soia
  • olio extravergine di oliva
  • sale e pepe

RICETTA

  • Cuocere il farro in acqua salata, mettere a raffreddare.
  • Lavare e tagliare in quattro i pomodorini, in una terrina capiente aggungere i chicchi, un cucchiaio di olio, qualche goccia di salsa di soia, il pepe. Spolverare col parmigiano e amalgamare il tutto.
  • Disporre  il tutto in ciotoline singole, guarnite con il basilico fresco tagliato a listarelle.

Buon Brunch e Buon Week-end!

Visto quello che pubblico, sembra che io mangi solo cibo ad alto contenuto calorico e/o carboidratico, ma non rispecchia (per nulla ve lo assicuro) la realtà dei fatti. Io non ho mai detto (è anche vero che non è che la gente mi ferma per strada per sapere le mie abitudini^^’): <<mangio tutto quello che mi pare e non ingrasso>>. La mia fortuna è che quando ingrasso riesco a rimettermi sulla carreggiata in tempi relativamente brevi, tagliando i miei adorati cibi “zuccherini”. Da quando ho casa mia poi, non essendoci i miei che mi fanno ad ogni santo pasto la lezione su una corretta alimentazione, devo pensarci da sola, per il bene mio e di Will, che vive praticamente di panini. Quindi questa casa fa della corretta alimentazione un vanto. Perciò ecco un menu vegetariano con i piatti che ho cucinato negli ultimi giorni. Tutto per due persone ovviamente!
PEPERONCINI DOLCI RIPIENI
INGREDIENTI

  • 10 peperoncini dolci
  • 100 gr di formaggio cremoso
  • sale [io ho usato il fleur de sal] e pepe

RICETTA

  • Preriscaldare il forno a 200°. Foderare una pirofila con carta forno.
  • Lavare i peperoncini, tagliarli su un lato e togliere con la punta di un coltello i semini all’interno.
  • Farcire con la crema al formaggio, Sistemare ogni peperoncino con il lato aperto in sù sulla carta forno, spolverare col pepe e il sale.
  • Passare in forno per 15 minuti o finché i peperoncini non sono dorati.
  • Servire caldi, perfetti come antipasti.

E’ la versione leggera dei peperoncini che si trovano fritti in tutti i ristoranti tex-mex, il sapore però non è molto diverso da quelli che si assaggiano lì. In più sono davvero veloci da preparare e cuocere, ottimi quando i tempi sono stretti!
ORECCHIETTE SALTATE AI BROCCOLI
INGREDIENTI

  • 180 gr di orecchiette
  • 300 gr di broccoli
  • triplo estratto di pomodoro
  • aglio
  • mezzo bicchiere di vino bianco
  • 2 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • 3 cucchiai di pangrattato abbrustolito in padella
  • olio extravergine di oliva
  • sale, pepe e peperoncino

RICETTA

  • Pulire i broccoli e ridurli in pezzi più piccoli.
  • Nel wok o in una padella capiente, soffriggere l’aglio tagliato a fette in due cucchiai di olio. Levare l’aglio quando è dorato.
  • Sbollentare in una pentola capiente i broccoli per una decina di minuti. Scolarli con una schiumarola. Mettere da parte l’acqua di cottura, che verrà utilizzata per cuocere la pasta.
  • Cuocere nel wok i broccoli per qualche minuto, aggiungere l’estratto e il vino, continuare la cottura aggiungendo un mestolo di acqua di tanto in tanto per non farli asciugare totalmente. Continuare per circa un quarto d’ora.
  • Regolare di sale, pepe e peperoncino.
  • Mettere a cuocere le orecchiette, avendo cura di scolarle un minuto prima della fine indicata sulla confezione.
  • Unire la pasta ai broccoli. Spolverare di formaggio e mantecare per qualche minuto.
  • Servire con una spolverata di pangrattato.
Questo piatto l’ho visto ieri a “Cotto e mangiato” (oramai non riesco a dirlo senza fare il gesto!), mi sono distratta come al solito e quindi non sono proprio sicura di avere seguito tutti i passaggi, in ogni caso la “mia” è venuta molto buona! Una precisazione quelli che io chiamo broccoli al nord sono noti come cavolfiori.
PARMIGIANA LIGHT
INGREDIENTI

  • 2 melanzane grandi
  • 150 gr di sugo di pomodoro
  • 1 scamorza affumicata
  • parmigiano
  • un mazzetto di basilico
  • sale grosso, sale e pepe

RICETTA

  • Tagliare la scamorza a bastoncini non troppo piccoli.
  • Tagliare a fette non troppo sottili le melanzane, cospargerle di sale e lasciare per un paio di ore dentro uno scolapasta posizionato nel lavello per eliminare tutto l’amaro. Sciacquarle e asciugarle con carta assorbente.
  • Cuocere le melanzane alla piastra. Salarle leggermente.
  • Stendere sulle fette una foglia di basilico e arrotolarle intorno ad un bastoncino di scamorza.
  • Disporre i rotolini uno accanto all’altro su una pirofila, precedentemente oliata e cosparsa con metà del sugo. Cospargere con il resto del sugo, le restanti foglioline di basilico e una spolverata abbondante di parmigiano.
  • Gratinare in forno precedentemente riscaldato a 180° per circa mezz’ora o fino a quando si forma in superficie la crosticina bruna.
Classica, ma resa più gustosa dal formaggio affumicato.

INSALATA LAMPONI E ANACARDI

  • 1 confezione di valeriana e rucola [io l’ho trovata all’esselunga]
  • 1 vaschetta di lamponi
  • 1 manciata di anacardi
  • il succo di 1/2 limone
  • olio extravergine di oliva
  • glassa di aceto balsamico
  • sale e pepe

RICETTA

  • Lavate i lamponi e le foglioline, lasciate asciugare i primi su un foglio di carta assorbente, su uno strofinaccio le seconde.
  • Disporre in una terrina le foglioline, i lamponi. Condire con un filo di olio e il succo di limone, spolverare con il sale e il pepe e la manciata di frutta secca. Decorare a piacere con la glassa
  • Mescolare il tutto dopo avere presentato l’insalata in tavola [non so se c’è bisogno di dirlo, ma è ovvio che servita insieme o dopo la parmigiana è meglio evitare di condire con il limone, non vorrei rischiaste l’acidità!^^]

L’ho inventata io dopo aver spiaccicato abbondantemente i lamponi portando a casa i pacchi!^^’
La trovo perfetta per concludere un pasto leggero e prepararsi per il dolce che, sicuramente i vostri ospiti avranno pensato di portare! Ad esempio questi qui:
Ancora non fa davvero freddo, ma il cielo inizia ad ingrigirsi e mattina e sera non si può uscire di casa senza un maglioncino. Quindi i segnali per una virata verso il “comfort food” ci sono tutti! E io sono pronta con la teglia in mano eh!^^ Questo piatto è una mia creazione nel senso che avevo la sfoglia e un po’ di ingredienti sparsi tra il frigo e il freezer ed ho pensato stessero bene insieme ed in effetti è proprio così!RICETTA

  • 1 Confezione di pasta sfoglia
  • 100 gr di carne macinata
  • una cipolla piccola
  • 1 peperone rosso
  • 150 gr di crescenza
  • pepe
  • olio extravergine di oliva
  • 3 tuorli
  • vino rosso

INGREDIENTI

  • Soffriggere la cipolla tagliata finemente e a tocchetti con un filo di olio, aggiungere la carne tritata, rosolarla qualche minuto, poi sfumare con un dito di vino rosso e lasciare in cottura media per circa 20 min (io ve l’ho messa giù, ovviamente nel mio caso avevo una porzione già pronta congelata!). Condire con sale e pepe secondo i gusti.
  • Mondare e tagliare a listarelle il peperone, saltarlo in padella una decina di minuti, aggiungendo qualche cucchiaio d’acqua quando serve. Regolare di sale.
  • Srotolare la pasta e spalmarla con la crescenza, lasciando 1 cm di bordo.
  • Spargere uniformemente il tritato e i peperoni su metà della sfoglia, richiudere e sigillare i bordi.
  • Spennellare con i tuorli d’uovo.
  • Infornare e cuocere per circa 35 minuti a 200°.
e il risultato è questo!
Lo so. Non passerò alla storia per i miei piatti leggeri. Comunque buon week end!
Sempre per la serie “la voglia di cucinare scarseggia” vi propongo una ricetta che risale ai tempi universitari di Will e del suo terribile coinquilino (do you remember?). Un primo economico, semplice da preparare, velocissima, ma anche deliziosa! Perfetta, insomma, per chi ha poco tempo o voglia di mettersi ai fornelli!

INGREDIENTI

X 2 persone

  • 200 gr di farfalle
  • 15 gr di burro
  • 1 cipolla dorata
  • una confezione di uova di lompo

RICETTA

  • -Cuocere la pasta in abbondante acqua salata.
  • Nel frattempo, in una padella capiente [io per queste cose uso sempre il wok, non dovrebbe mancare in nessuna cucina] fare sciogliere il burro e mettere a soffriggere la cipolla tagliata in piccoli pezzi. Aggiungere le uova di lompo fuori dal fuoco.
  • Scolare la pasta, avendo cura di prendere un mestolo di acqua di cottura, versare le farfalle in padella e amalgamare bene con il condimento, nel caso risultasse troppo asciutta, aggiungere a discrezione l’acqua di cottura.
  • Servire immediatamente.
E buon pasto a tutti!

Questa è una ricetta di mia madre, che da quando ho memoria accompagna spesso il sabato sera (giorno in cui mia madre fa la pizza) in casa dei mie.

INGREDIENTI

  • 500 gr di farina mista (250 gr di farina di grano duro, 250 gr di farina OO)
  • 30 gr di lievito di birra
  • 250 gr di patate già lessate
  • un cucchiaino di zucchero
  • sale [ io l’ho aggiunto piccole prese e assaggiato la pasta fin quando l’ho trovata abbastanza saporita]

X IL RIPIENO AL SALAME:

  • 100 gr di wurstel
  • 100 gr di prosciutto a cubetti
  • 100 gr di salame piccante a cubetti
  • 150 gr di formaggio tipo galbanino
  • peperoncino piccante
  • margarina
  • parmigiano grattuggiato
  • olio extravergine d’oliva

X IL RIPIENO ALLE MELENZANE

  • 2 melanzane fritte a cubetti non troppo piccoli [è una quantità orientativa, ne ho fritte sei circa, perchè le volevo congelare e le ho messe ad occhio]
  • una scamorza affumicata
  • parmigiano grattugiato
  • peperoncino piccante
  • margarina

RICETTA

  • Schiacciare le patate con lo schiaccia patate e amalgamare con i due tipi di farina, il sale e lo zucchero.
  • Aggiungere il lievito sciolto in un po’ d’acqua tiepida [i manuali consigliano la temperatura di 25-30° gradi, se siete in grado di determinarlo fate pure], impastare bene fino a quando la pasta raggiunge la consistenza degli gnocchi [se l’impasto dovesse risultare troppo asciutto, potete aggiungere un po’ dell’acqua di cottura delle patate, che ovviamente avrete tenuto da parte!].
  • Formare con la pasta una palla, lasciarla lievitare per un’ora, coperta in forno, poi distenderla su una spianatoia con l’aiuto di un mattarello, formare un tondo dell’altezza di 1 cm circa.
  • Spargere il ripieno e fiocchi di margarina. Chiudere la pizza avvolgendo i due lembi a formare un rotolo, mettera su una teglia unta e piegare i lembi a forma di cavallo, spalmare con l’olio.
  • Lasciare lievitare in forno spento per un’ora [in inverno accendere la lampadina del forno, in estate per ovvie ragioni non occorre].
  • Infornare a forno caldo (150°) aumentando gradualmente la temperatura dino a 180° per almeno 25 min.
  • Tagliare a fette e servire.

pizza calabrese 6

Buon appettito e lo sarà

Mr. Madonna, “personaggio” del Diario di Gea si è trasferito nel nostro quartiere. Una domenica d’agosto abbiamo deciso di adottarlo e gli ho preparato un brunch “improvvisato”, non avevo molto in casa, ma alla fine il risultato è stato degno dell’evento! A parte il solito caffè americano sotto forma di Nescafè, IL succo di pompelmo e LA macedonia di frutta con le mandorle, sono riuscita a preparare:

 

per 3 persone

 

IL CLUB SANDWICH LIGHT DI GEA

 

  • 2 fette di tacchino
  • sei fette di pane a cassetta ai cereali
  • 200 gr. di pomodorini
  • una zucchina
  • mayonese allo yogurt
  • spezie
  • olio
  • vino
  • patatine fritte per contorno

 

RICETTA

 

  • Marinare per un paio d’ore la carne nel mix di olio e vino. Grigliare le fette e tagliarle a piccoli tocchetti.
  • Sbollentare la zucchina dopo averla tagliata alla julienne ed eliminato i semi. Avendo cura che rimanga croccante.
  • Tagliare in quattro spicchi ogni pomodorino.
  • Salare e speziare il tutto a piacimento. Condire con qualche cucchiaio di mayonese.
  • Passare in forno caldo le fette di pane, solo da un lato.
  • Servire ogni sandwich tagliato a metà, con al centro una porzione di patatine fritte (io le preparo nel microonde con la funzione crispy, condendole con un filo di olio, risultano croccanti, sono mille volte più leggere e non unte!)

 

Ovviamente questa è la mia personalissima versione, dovuta non tanto alla creatività, ma alla scarsità di ingredienti. Il vero club sandwich contempla anche la pancetta, il formaggio e la lattuga e di certo non la zucchina. Però all’unanimità abbiamo preferito questa versione light! Purtroppo non ho pensato di fare le foto ai piatti, quindi vi dovete accontentare dei rimasugli!

 

 

Accanto al salato, nel vero brunch non può assolutamente mancare il dolce!

 

TARTELLETTE ALLA MARMELLATA E CIOCCOLATO…DI GEA

 

  • 1 confezione di pasta sfoglia integrale
  • mezzo barattolo di marmellata (io ho avuto la fortuna di avere quella di gelsi (un tipo di frutto di bosco, molto diffuso in Sicilia, col quale si fa anche la granita)
  • budino al cioccolato (sempre per il discorso la dispensa è vuota, invece di preparare una crema al cioccolato, ho usato mezza busta di budino al cioccolato fondente, ma se volete fare la crema, non sarò certo io ad impedirvelo!)
  • fettine di frutta.

 

RICETTA

 

  • Per le tartellette: per  i dischi si può usare come stampino una tazzina da caffe e come stampo per la cottura quello dei muffin da sei, precedentemente imburrato. Passare le sfoglie in forno caldo a 200° per una decina di minuti, coperte di carta stagnola con un pugnetto di fagioli secchi, per non farle gonfiare.
  • Una volta che le tarlette (con un rotolo me ne saranno venute una ventina) si sono raffreddate, riempirne metà con un cucchiaio di marmellata e l’altra metà con il budino a temperatura ambiente e guarnire con le fettine di frutta.
  • Facili, veloci e di grande effetto!

 

Buona domenica e buon brunch a tutti!

Postare delle ricette se stai morendo di fame, non è proprio la cosa più intelligente da fare, specie se mancano circa due ore per la cena, è un duro lavoro, ma qualcuno lo deve pur fare! Ma visto che l’estate è agli sgoccioli, meglio che mi spicci a postare le mie ricettine estive! Questo primo è frutto di un frigo semi vuoto unito all’imperatov di togliere di mezzo i peperoni, che per fortuna in questa casa vengono digeriti senza problemi. Si sa, l’ingegno è figlio della necessità! Come molte delle mie ricette estive è semplice e veloce, ma soprattutto buona da mangiare!

 

INGREDIENTI

 

x 2 persone

 

  • 2 peperoni
  • una scatoletta di uova di lompo
  • pinoli
  • 220 gr. di mezze penne

 

RICETTA

 

  • Cucinare i peperoni come si vuole, io li ho saltati in padella, lasciandoli croccanti.
  • Cucinare la pasta in abbondante acqua salata.
  • Una volta cotti i peperoni, unire le uova di lompo e i pinoli, leggermenti tostati in forno.
  • Condire il tutto!

Dopo la crema di zucchine non poteva certo mancare quella di zucca, il mio ortaggio preferito (sempre che lo sia, non ho voglia di verificare)! Da quando mi sono resa conto che si può frullare la qualunque, devo dire che mangio molto meglio, anche se qualcuno giudicherebbe la mia una dieta da vecchietta! La ricetta l’ho improvvisata, in cucina vale molto l’espressione “ad occhio” e “a piacere”!

 

INGREDIENTI

 

  • un chilo di zucca (la varietà…a piacere!)
  • una cipolla
  • qualche amaretto
  • un mazzetto di erbette (io ho usato salvia, basilico e prezzemolo)
  • pepe e sale

 

RICETTA

 

  • Soffriggere la cipolla tagliata grossolanamente.
  • Aggiungere la zucca a pezzettoni e le erbette, che andranno tolte prima di frullare il tutto.
  • Quando la zucca inizia a disfarsi, dopo circa 20-30 minuti, frullare il tutto con il mixer, aggiungere gli amaretti.
  • Cuocere per un altro quarto d’ora.
  • Salare e pepare.
  • Servire con crostini di pane o come nel mio caso con del 80 gr di riso, cotto per 15 minuti nella crema stessa (che va preventivamente diluita con un bicchiere d’acqua).

NB. per renderla ancora più appetitosa aggiungere due cucchiai di crema di latte a fine cottura!

THAT'S ME

MY TWITTER

Errore: Twitter non ha risposto. Aspetta qualche minuto e aggiorna la pagina.

RICETTARIO

ARCHIVIO RICETTE

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Segui assieme ad altri 9 follower

Annunci