You are currently browsing the category archive for the ‘pesche’ category.

Domani invito un altro amico a cena, oramai ho capito che sono una persona facilmente “stressabile” in fatto di cene, ma il trucco per aggirare lo stress è andare di una cavia alla volta. Sono contenta di aver trovato un trucco, perchè preparare una cena, dal pensarla al metterla in atto è un’altra di quelle cose che mi fa felice ed è uno scopo! E un trucco, per vivere bene, è darsi degli scopi.
Tornando all’argomento cena, il panico mi è preso arrivata al dolce, sapevo cosa volevo replicare (ogni tanto anche io mi ripeto), ma non sapevo dov’era la ricetta e sul blog non ve n’era traccia. Non potevo averla persa, come si può perdere la ricetta di quello che si viene a piazzare al secondo posto come il dolce “più buono del mondo”, dopo quella pere e cioccolato (no, non ho pubblicato nemmeno questa, ops, un problema alla volta)?!? E infatti sarò anche sbadata, ma non così sconsiderata e dopo aver cercato dovunque, giaceva nell’archivio dei siti preferiti! Particolarmente apprezzabile perchè senza burro o latte! Enjoy it!

INGREDIENTI

– 5 pesche gialle mature e sode
– 3 uova
– 150 g di zucchero
– 100 g di farina
– 100 g di amaretti
– 1  bustina di lievito
– un pizzico di sale
– 80 g di nocciole

RICETTA
– Lavare le pesche, sbucciarle e privarle e tagliarle ciascuna in 8 spicchi. Nel mixer ridurre in polvere gli amaretti; tritare le mandorle per formare una granella.
– Montare gli albumi a neve ben ferma con un pizzico di sale. Montare i tuorli con lo zucchero finché saranno chiari e spumosi; aggiungere la farina setacciata con il lievito, quindi gli amaretti, amalgamando bene il composto (l’impasto a questo punto risulterà piuttosto duro: lavorarlo energicamente con un cucchiaio, una volta aggiunti gli albumi sarà perfetto). Incorporare delicatamente gli albumi, mescolando con un cucchiaio dal basso verso l’alto.
– Versare l’impasto in una tortiera rivestita di carta forno e livellarlo bene (deve ricoprire tutto il fondo, formando uno strato abbastanza sottile). Inserite gli spicchi di pesca a raggiera nell’impasto, facendoli sprofondare leggermente. Distribuite uniformemente la granella di nocciole sulla superficie.
– Cuocere in forno preriscaldato a 180° per 50-55 minuti, poi lasciare la torta per 5 minuti nel forno spento semiaperto, in modo che asciughi bene. Fare la prova stecchino, sfornare e lasciare raffreddare.

torta pesche e amaretti2

torta pesche e amaretti

La ricetta, miracolosamente, l’ho trovati qui! Grazie a Elena!

Annunci

THAT'S ME

MY TWITTER

Errore: Twitter non ha risposto. Aspetta qualche minuto e aggiorna la pagina.

RICETTARIO

ARCHIVIO RICETTE

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Segui assieme ad altri 9 follower