You are currently browsing the category archive for the ‘piatti unici’ category.

Sono mesi e mesi che non posto nulla! In realtà c’è stato una specie di sciopero, non proprio della fame… molte cose sono cambiate dalla torta paradiso. Ma sembrerebbe che io sappia ancora cucinare! E di sicuro la mia dispensa virtuale è ancora piena di ricettine non condivise! Quindi consideriamo questo post, come un timido ritorno. Io ci sto provando!

Una premessa a questa ricetta. Mi ricorda la mia suocera ideale, la mamma di F. mio amico di infanzia, adolescenza, adultità (com’è che non esiste un termine per indicare l’età della ragione?). La mamma di F sapeva o voleva cucinare solo due piatti: l’amatriciana e le zucchine ripiene. E le faceva divinamente. Qualità, non quantità! In realtà ho perso i contatti con lei, ma dopo una decina di anni dall’ultima cena a cui sono stata invitata ho trovato il coraggio (ho i miei tempi io!) e ho provato a farle! In realtà per quanto buone, il sapore non era neanche vicino a quello che ricordo io, chissà forse tra altri dieci anni troverò il coraggio di contattarla e chiedergliela!

INGREDIENTI

– 6 zucchine di media grandezza
– 200 gr. di carne tritata
– una piccola cipolla
– un cucchiaio di prezzemolo fresco tritato
– un panino raffermo
-pan grattato
– un bicchiere di latte
– un uovo
– triplo concentrato di pomodoro
– parmigiano grattugiato
– olio extravergine di oliva
– pepe e sale

RICETTA

– Tagliare a metà le zucchine ed estrarre la polpa con l’aiuto di un cucchiaino. Sbollentarle, immergendole per qualche minuto in acqua bollente salata, per poi sgocciolarle e tenere da parte.
– In padella, rosolare prezzemolo, cipolla tritati, aggiungere il ripieno crudo e grattugiato delle zucchine. Da ultimo aggiungere la carne e un cucchiaino di concentrato di pomodoro, cuocere per circa 10 minuti.
– Fuori dal fuoco, aggiungere il panino prima ammollato nel latte e strizzato, un uovo sbattuto ed il sale e il pepe.
– Riempire le zucchine con la farcia (io ho travasato il ripieno nella sac a poche, tanto per evitare disastri!), spolverare con un po’ di formaggio e pangrattato e disporle in una teglia da forno unta con l’olio.
– Cuocere a forno caldo per circa 45 minuti e finchè non si è formata una crosticina dorata.

Immagine

Immagine

Immagine

Et voilà. Buona domenica!

Gea

Il momento ideale per postare è dopo cena, quando la fame è momentaneamente placata! 😀 Questa ricetta oltre ad essere golosa è velocissima, perfetta per noi gggente sempre di corsa!

INGREDIENTI

  • 500 gr di petto di pollo
  • 1 cucchiaio di aglio tritato
  • 1 cucchiaino di zenzero tritato [va bene anche quello in polvere]
  • 100 gr di noci
  • 1 cucchiaio di maizena
  • 2 cucchiai di olio di arachidi
  • 2 cucchiai di aceto di sherry [non sapevo nemmeno esistesse, ho usato il vino rosso e ha funzionato lo stesso]
  • 2 cucchiai di salsa di soia
  • 1 cucchiaio di zucchero
RICETTA
  • Tagliare i petti di pollo in striscioline dello spessore di 1 cm, spolverarle con la maizena e mescolarle  [usate le mani e via].
  • Scaldare l’olio nel wok e saltare il pollo per una decina di minuti a fuoco vivo e metterlo da parte.
  • Mettere a cuocere le noci, l’aglio e lo zenzero per un paio di minuti.
  • Aggiungere la salsa di soia e il vino con lo zucchero, far caramellare il tutto per qualche secondo, unire il pollo, mescolare bene.
  • Servire accompagnato da riso basmati.

[FONTE: Elle]

Ricetta estivissima, ma tanto oggi era una giornata primaverilissima!INGREDIENTI

x 2 persone

  • 125 gr di cuscus
  • 175 gr di petto di tacchino
  • salsa di soya
  • 1 cucchiaio di burro
  • 100 gr di rucola
  • 1 mazzetto di basilico
  • 1 cucchiaio di mayonese
  • 125 gr di yogurt greco
  • sale e pepe

RICETTA

  • Coprire il cuscus con 1,2 dl di acqua calda e lasciare si gonfi per una decina di minuti. Scaldare il burro in padella, aggiungere il cuscus e cuocerlo per 5 minuti, sgranandolo con un forchetta. Mettere a raffreddare.
  • Tagliare il tacchino a tocchetti e marinarlo nella salsa di soia. Ungere una padella con poco olio extravergine di oliva, saltare i tocchetti finché non saranno cotti uniformemente circa 5 minuti, infine aggiustare di sale e pepe. [a questo punto dovremmo farlo raffreddare, visto che si suppone sia un piatto estivo, ma se non avete il tempo di farlo prima, non muore nessuno!]
  • Lavare la rucola. Spezzare le foglie più grandi e disporla in una terrina o in un piatto da portata.
  • In una ciotola mescolare velocemente lo yogurt e la mayonese finché non saranno ben amalgamati.
  • Sistemare il cuscus e il tacchino insieme alla rucola, servire in tavola con la salsa allo yogurt a parte.


Et Voilà. Davvero di più non posso fare!

Ho ricette che giacciono nella mia cartella da sei mesi, ma una volta tanto voglio postare un piatto appena spazzolato! A me piace tantissimo il risotto, anche se l’unico modo di andare d’accordo (io e il risotto) è usare quello che non scuoce, insomma sono la prima ad ammettere che non sono un’esperta, ma a me piace unicamente al dente e per evitare fraintendimenti ne uso solo un tipo e difficilmente lo prendo al ristorante. Capita spesso di fare quello alla milanese, che alla milanese non è, perchè nella ricetta classica ci va anche il midollo di bue (bleah). Questa ricetta mi è piaciuta particolarmente perchè oltre a rendere un piatto “tradizionale” moderno, grazie la cottura in padella, di ottiene un riso croccante, con la crosticina! un po’ come la pasta fritta.

X 2 persone

INGREDIENTI

– 1/2 cipolla
– 1/2 bicchiere di vino bianco [consiglio di tenerne una bottiglia per usarlo solo in cucina, serve spessisimo!]
– 20 gr. di burro
– 25 gr. di parmigiano grattugiato
– 1 bustina di zafferano [ah, trovare i pistilli!]
– 1 mozzarella
– 0,5 dl di brodo caldo
– 100 gr. di prosciutto a dadini [aggiunta mia, perchè lo avevo in casa, ma la pancetta sarebbe anche meglio IMHO!]
– 150 gr. di riso carnaroli [o quello per l’insalata di riso, se la pensate come me!:D]

RICETTA

– Mettere a scolare in un colino la mozzarella, tagliata a pezzi piccoli.
– Mettere una pirofila in frigo [poi vi spiego!]
– Soffriggere la cipolla nel burro, aggiungere il riso e tostarlo finchè non diventa trasparente.
– Aggiungere il vino e sfumarlo completamente, continuare a cuocere il riso versando il brodo fino a ricoprirlo completamente e aspettare che si asciughi per versarne dell’altro.
– In una padella larga abbrustolire il prosciutto.
– Cuocere il riso al dente e poco prima di toglierlo dal fuoco, sciogliere lo zafferano nel brodo rimanente e aggiungerlo al riso, insieme al parmigiano.
– Versare il riso nella pirofila, per raffreddarlo [ecco perchè metterla in frigo!] qualche minuto.
– Disporre il riso nella padella e mischiarlo col prosciutto, schiacciarlo in una forchetta e farlo dorare una prima volta aggiungere i pezzettini di mozzarella, ricompattarlo e farlo dorare ancora e ripetere il processo ancora una volta.
– Rimetterlo nella pirofila e servirlo!

Buona cena!

FONTE: Piccolo problema non so da dove provenga questa. Era nel file insieme alle altre, corredata di foto, potrebbe venire da qualche newsletter di cucina, ma non sono sicura. Quindi se c’è un autore e si palesa sarò ben felice di attribuirgliela|

In questo periodo, nonostante l’evidenza climatica, non è ancora inverno, mangerei solo polenta, fondue ai formaggi e zuppe varie con crostini e formaggio. Ma visto che ancora non è inverno posso ancora presentarvi ricette un po’ più leggere, specie se non vivete in montagna e la neve è ancora lontana!

 

INGREDIENTI

 

Per 3 persone (si, un numero bizzarro, ma la ricetta originale era per sei!)

 

  • 300 gr di patate sbucciate e bollite
  • 2 peperoni rossi
  • 2 cipolle
  • 150 gr. di ceci lessati
  • mezza lattina di latte di cocco
  • curcuma (non mi pare di averla comprata, probabilmente ho optato per lo zafferano)
  • 150 gr. di cuscus precotto
  • un cucchiaio di burro
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • sale, pepe e peperoncino (io ho aggiunto anche un pizzico di curry 😉
  • Foglioline di menta per guarnire

 

RICETTA

 

  • Lavare i peperoni, pulirli e ridurli a tocchetti; sbucciare le cipolle e tagliarle sottili.
  • Scaldare l’olio nel wok e far appassire le cipolle per quattro minuti. Aggiungere i peperoni, il peperonico, e le patate tagliate a quadratini. Lasciare cuocere per 5 minuti, mescolando di quando in quando (se vi piace a questo punto potete aggiungere uno spicchio di aglio, sbucciato e schiacciato, a me no per cui…), poi unirvi i ceci e il latte di cocco, insaporire con le spezie e cuocere ancora per 20 minuti.
  • In una pentola mettere il cuscus con 1,5 dl di acqua e lasciare che si gonfi per 10 minuti. Dopo passarlo in una padella con una noce di burro, sgranandolo con una forchetta.
  • Servire disponendo il cuscus accanto alle verdure e guarnire con qualche fogliolina di menta (se ce l’avete!)

PS. la foto è orrenda, pazienza, era buonissimo comunque!

 

[FONTE: La Grande Cucina del Corriere della Sera – Piatti Unici]

ecco un mio pranzo tipo…

 

  • podorini
  • noci
  • panino ai cereali
  • prosciutto di tacchino
  • caprino cosparso di peperoncino
  • tè verde al gelsomino e limone
  • ciliegie di Vignola

 

Come si può notare la mia fissazione con gli abbinamenti arriva anche in cucina! Infatti fanastico di avere tovagliette di tutti i colori, così da abbinarle al colore del cibo! 😉

 

Come accennavo nel mio blog personale, a me piace alternare i sapori in tavola, in certi casi fino al limite dell’orrido…ma non è questo il caso! Era un po’ che desideravo provare questa ricetta che unisce sapori delicati e decisi e non ne sono rimasta affatta delusa, la carne è venuta tenerissima e gustosa, il riso aveva un sapore molto delicato e le mele sono state un delizioso contorno!

Per 2 persone

INGREDIENTI

  • 160 gr. di riso parboiled
  • 2 braciole di maiale
  • 6 prugne secche denocciolate
  • 1 mela renetta
  • 4 dl di brodo vegetale
  • 1/2 dl di aceto balsamico
  • 20 gr. di burro
  • olio extravergine di oliva
  • sale e pepe

RICETTA

  • Iniziare a preparare il riso: lavarlo sotto l’acqua correntescolarlo e farlo tostare in un tegame con un cucchiaino di te di burro. Versare 3 dl di brodo portare a bollore e cuocere per il tempo indicato sulla scatola e comunque finche il liquido si sarà assorbito. A fine cotture regolare di sale.
  • In una padella rosolare le braciole con 1 cucchiaio e 1/2 di olio; quando avranno preso colore aggiungere le prugne secche, l’aceto balsamico, sale e pepe e un mestolino di brodo caldo; coprire e cuocere per 15 minuti bagnando se necessario con altro brodo per evitare che la carne si asciughi.
  • Sbucciare, lavare e tagliare a fette spesse 1 cm la mela; farle dorare con il restante burro, rigirandole con una paletta in modo che dorino da entrambi i lati.
  • Comporre il piatto secondo l’estro! E bon apetit!
[FONTE: La Grande Cucina del Corriere della Sera]

THAT'S ME

RICETTARIO

ARCHIVIO RICETTE

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Segui assieme ad altri 9 follower