You are currently browsing the category archive for the ‘primi’ category.

Ho il blocco dello scrittore, di ricette. Ne ho tantissime da postare, dolci, salate, menu per cenette a due massimo a tre, ma ogni volta che da luglio apro il blog, mi viene un blocco e rinuncio, continuo a scattare foto ogni volta che penso che qualcosa che ho cucinato sia valevole di condivisione, ma ogni volta apro, sbuffo e chiudo. Che questa volta sia quella buona? Un proposito del 2014? Coltivare di più questo blog? Come mi ha detto una persona l’altra sera: chi vivrà, vedrà.

Questa ricetta l’ho fatta per una cena, la versione originale proponeva il riso, ma l’ho sostituito alla polenta, perchè più veloce, il risultato è stato ottimo comunque!

INGREDIENTI

Per 3 persone

– 1 bicchiere di polenta precotta

– 3 bicchieri di acqua

– 1 cucchino e 1/2 di sale

– 200 gr di funghi porcini

– 130 gr di gorgonzola piccante

– latte qb.

– prezzemolo

– olio extravergine di oliva

– 2 spicchi di aglio

– sale e pepe

RICETTA

–  Trifolare i funghi con poco olio, gli spicchi di aglio, sale, pepe e prezzemolo.

– In un pentolino sciogliere il gorgonzola con il latte.

– Preparare la polenta

– in un piatto fondo versare un mestolo di crema al gorgonzola, disporre tre cucchiai di polenta e decorare con i funghi, servire subito, accompagnando con vino rosso.

 

polenta con porcini e gorgonzola

Annunci

Vi capita mai di non aver voglia di cucinare? A me in continuazione, è bello farlo, ma doverlo fare ogni sera è un altro paio di maniche. Prima per non annoiarmi e variare consultavo il mio ricettario to do e facevo la spesa pensando alle nuove ricette da provare. Questo è un modo, ma quando proprio non sono in vena, allora vado sul sicuro con i “grandi classici”, questi spaghetti ne sono un esempio!

 

INGREDIENTI

– 200 gr di spaghetti
– una manciata di pomodori secchi, lasciati a bagno in acqua tiepida per una ventina di minuti
– uno spicchio di aglio
– olio extravergine di oliva
– prezzemolo fresco (o surgelato, ma va consumato in tempi brevi, l’aroma del prezzemolo è effimero e svanisce presto)
– pangrattato
– sale e peperoncino

 

RICETTA

– Cuocere gli spaghetti in abbondante acqua salata, un minuto in meno rispetto a quanto indicato sulla confezione e mettendo da parte una tazzina di acqua di cottura
– Tritare l’aglio e soffriggerlo nell’olio, aggiungere i pomodori secchi
– Tostare il pangrattato in una padella oliata
– Aggiungere gli spaghetti al condimento e amalgamare il tutto per qualche secondo, spolverare con il prezzemolo e il peperoncino
– Servire con una spolverata di pangrattato.

 

E anche per stasera è andata!

 

Per questa ricetta ho sbagliato in partenza comprando un cavolfiore invece che un broccolo. Ma come non tutti sanno, in Sicilia chiamiamo i cavolfiori, che da noi sono verdi Broccoli, i broccoli diventano sparacelli e i cavolfiori non li abbiamo. Non so perchè, ma ho serie difficoltà ad adeguarmi su questo fronte. Quindi per questa ricetta ci andrebbe un broccolo o gli sparacelli a seconda di dove siete! In ogni caso viene buono anche così. Se non avete capito ripetete tre volte con me: cavolfiori, broccoli e sparacelli. Fatto? Non serviva a niente era per fare la simpatica!

 

INGREDIENTI

X per 4 persone

– 350gr orecchiette

– 1 broccolo

– aglio

– pepe nero

– pinoli

– pan grattato

– parmigiano grattugiato

– 6 alici

 

RICETTA

– Pulire bene i broccoli, tagliarli in piccoli tocchetti; bollirli in abbondante acqua salata fino a cottura, mettere da parte, conservando l’acqua di cottura.

– Nel wok tostare l’aglio [io poi lo levo] e i pinoli, dopo aggiungere i broccoli.

– Cuocere le orecchiette nell’acqua di cottura dei broccoli.

– Saltare la pasta con i broccoli, aggiungere i filetti di alici e una volta nei piatti spolverizzare con il pan grattato, il parmigiano e il pepe nero.

 

La pasta ai peproni è in istituzione in famiglia, siamo gente seria noi! Alle cene estive che fosse mia madre o le mie zie, nei miei ricordi compare sempre! Questa però è la ricetta nella mia versione, col soffritto al vino, col philadelphia (si, ok lo so) invece della panna e l’aggiunta dei dadini di peperoni con cui spolverare la pasta prima di servire! Et voilà!

X 2 persone

INGREDIENTI

  • 180 gr di fusilli
  • 2 peperoni (uno rosso uno giallo)
  • una cipolla piccola
  • mezzo bicchiere di vino rosso
  • un mestolo di brodo
  • 40 gr di philadelphia
  • un cucchiaio di pecorino
  • sale e peperoncino

RICETTA

  • Tritare la cipolla e soffriggerla nel vino. Lavare, asciugare e tagliare a dadini i peperoni. Metà da aggiungere alla cipolla, metà da grigliare (al microonde se avete la funzione crisp).
  • Una volta che i peperoni sono cotti, frullarli nel mixer con sale e peperoncino secondo i gusti. Rimetterli sul fuoco, aggiungendo il formaggio cremoso e  il parmigiano, cuocere altri 5 minuti a fiamma bassissima. Allungare col brodo per ottenere una crema liquida.
  • Cuocere i fusilli in abbondante acqua salata, scolarli un minuto prima della cottura e nella stessa pentola rimescolarli con la crema ai peperoni.
  • Servire subito con i peperoni croccanti.

Per me questo primo è una ricetta classica, che a casa nella mia famiglia si fa da sempre! Non un piatto elaborato da proporre a degli ospoti, ma da fare in settimana, senza particolare sforzo! Per tale motivo ho pensato di proporla qua!

INGREDIENTI

  • 180 gr di pasta corta
  • 200 gr di carne tritata
  • 200 gr di pisellini surgelati
  • 1/4 di bicchiere di vino bianco
  • 1/2 cipolla
  • 1/2 bicchiere di brodo di carne (o acqua con il dado ca va sans dire)
  • 1 cucchiaio di olio di oliva
  • noce moscata, sale e pepe
  • parmigiano grattugiato

RICETTA

  • Scongelare i pisellini.
  • Soffriggere la cipolla nell’olio. Aggiungere il tritato e spezzettarlo con un cucchiaio di legno, cuocere a fiamma alta per qualche minuto, poi aggiungere il vino e fare evaporare.
  • Unire il brodo e cuocere a fuoco medio per circa un quarto d’ora, aggiungere i pisellini e far cuocere un altro quarto d’ora.
  • Aggiustare di sale e speziare.
  • Cuocere la pasta al dente, condire col sugo e prima di servire spolverare col parmigiano.

 

Ottima! L’ho appena mangiata!  Non scherzo, il marito è tornato tardissimo! 

Ammetto che stavolta il piatto che ho preparato è deficitario di senso estetico, in pratica ho fatto un book fotografico di questa pasta, e quella è la foto migliore che sono riuscita a fare! Accontentatevi e pensate che a volte l’occhio non vuole la sua parte!

INGREDIENTI

  • 200 gr di orecchiette
  • 1 cavolfiore non troppo grande
  • 150 gr di ricotta
  • ricotta salata
  • olio extravergine di oliva
  • 1 spicchio di aglio
  • vino bianco
  • sale e pepe

RICETTA
– Nel wok scaldare l’olio con lo spicchio di aglio, precedentemente schiacciato, fino a quando è dorato da  entrambe le parti.
– Spezzettare il cavolfiore e saltarlo in padella con l’olio, aggiungere un bicchierino di vino e lasciare sfumare. Terminare la cottura, schiacciare in modo grossolano i pezzetti di verdura.
– Nel frattempo cuocere le orecchiette in abbondante acqua salata [visto che vanno mantecate consiglio di scolarle un minuto prima del tempo indicato nella confezione, se piacciono al dente], prima di scolarle, mettere da parte un mestolo di acqua di cottura.
–  Aggiungere le orecchiette ai broccoli, unire la ricotta e diluire con l’acqua della pasta.
– Servire nei piatti con una spolverata di pepe e una di ricotta salata.

PS. c’è sempre il piccolo particolare che ciò che io chiamo broccolo per il resto del mondo è cavolfiore! 🙂

Visto quello che pubblico, sembra che io mangi solo cibo ad alto contenuto calorico e/o carboidratico, ma non rispecchia (per nulla ve lo assicuro) la realtà dei fatti. Io non ho mai detto (è anche vero che non è che la gente mi ferma per strada per sapere le mie abitudini^^’): <<mangio tutto quello che mi pare e non ingrasso>>. La mia fortuna è che quando ingrasso riesco a rimettermi sulla carreggiata in tempi relativamente brevi, tagliando i miei adorati cibi “zuccherini”. Da quando ho casa mia poi, non essendoci i miei che mi fanno ad ogni santo pasto la lezione su una corretta alimentazione, devo pensarci da sola, per il bene mio e di Will, che vive praticamente di panini. Quindi questa casa fa della corretta alimentazione un vanto. Perciò ecco un menu vegetariano con i piatti che ho cucinato negli ultimi giorni. Tutto per due persone ovviamente!
PEPERONCINI DOLCI RIPIENI
INGREDIENTI

  • 10 peperoncini dolci
  • 100 gr di formaggio cremoso
  • sale [io ho usato il fleur de sal] e pepe

RICETTA

  • Preriscaldare il forno a 200°. Foderare una pirofila con carta forno.
  • Lavare i peperoncini, tagliarli su un lato e togliere con la punta di un coltello i semini all’interno.
  • Farcire con la crema al formaggio, Sistemare ogni peperoncino con il lato aperto in sù sulla carta forno, spolverare col pepe e il sale.
  • Passare in forno per 15 minuti o finché i peperoncini non sono dorati.
  • Servire caldi, perfetti come antipasti.

E’ la versione leggera dei peperoncini che si trovano fritti in tutti i ristoranti tex-mex, il sapore però non è molto diverso da quelli che si assaggiano lì. In più sono davvero veloci da preparare e cuocere, ottimi quando i tempi sono stretti!
ORECCHIETTE SALTATE AI BROCCOLI
INGREDIENTI

  • 180 gr di orecchiette
  • 300 gr di broccoli
  • triplo estratto di pomodoro
  • aglio
  • mezzo bicchiere di vino bianco
  • 2 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • 3 cucchiai di pangrattato abbrustolito in padella
  • olio extravergine di oliva
  • sale, pepe e peperoncino

RICETTA

  • Pulire i broccoli e ridurli in pezzi più piccoli.
  • Nel wok o in una padella capiente, soffriggere l’aglio tagliato a fette in due cucchiai di olio. Levare l’aglio quando è dorato.
  • Sbollentare in una pentola capiente i broccoli per una decina di minuti. Scolarli con una schiumarola. Mettere da parte l’acqua di cottura, che verrà utilizzata per cuocere la pasta.
  • Cuocere nel wok i broccoli per qualche minuto, aggiungere l’estratto e il vino, continuare la cottura aggiungendo un mestolo di acqua di tanto in tanto per non farli asciugare totalmente. Continuare per circa un quarto d’ora.
  • Regolare di sale, pepe e peperoncino.
  • Mettere a cuocere le orecchiette, avendo cura di scolarle un minuto prima della fine indicata sulla confezione.
  • Unire la pasta ai broccoli. Spolverare di formaggio e mantecare per qualche minuto.
  • Servire con una spolverata di pangrattato.
Questo piatto l’ho visto ieri a “Cotto e mangiato” (oramai non riesco a dirlo senza fare il gesto!), mi sono distratta come al solito e quindi non sono proprio sicura di avere seguito tutti i passaggi, in ogni caso la “mia” è venuta molto buona! Una precisazione quelli che io chiamo broccoli al nord sono noti come cavolfiori.
PARMIGIANA LIGHT
INGREDIENTI

  • 2 melanzane grandi
  • 150 gr di sugo di pomodoro
  • 1 scamorza affumicata
  • parmigiano
  • un mazzetto di basilico
  • sale grosso, sale e pepe

RICETTA

  • Tagliare la scamorza a bastoncini non troppo piccoli.
  • Tagliare a fette non troppo sottili le melanzane, cospargerle di sale e lasciare per un paio di ore dentro uno scolapasta posizionato nel lavello per eliminare tutto l’amaro. Sciacquarle e asciugarle con carta assorbente.
  • Cuocere le melanzane alla piastra. Salarle leggermente.
  • Stendere sulle fette una foglia di basilico e arrotolarle intorno ad un bastoncino di scamorza.
  • Disporre i rotolini uno accanto all’altro su una pirofila, precedentemente oliata e cosparsa con metà del sugo. Cospargere con il resto del sugo, le restanti foglioline di basilico e una spolverata abbondante di parmigiano.
  • Gratinare in forno precedentemente riscaldato a 180° per circa mezz’ora o fino a quando si forma in superficie la crosticina bruna.
Classica, ma resa più gustosa dal formaggio affumicato.

INSALATA LAMPONI E ANACARDI

  • 1 confezione di valeriana e rucola [io l’ho trovata all’esselunga]
  • 1 vaschetta di lamponi
  • 1 manciata di anacardi
  • il succo di 1/2 limone
  • olio extravergine di oliva
  • glassa di aceto balsamico
  • sale e pepe

RICETTA

  • Lavate i lamponi e le foglioline, lasciate asciugare i primi su un foglio di carta assorbente, su uno strofinaccio le seconde.
  • Disporre in una terrina le foglioline, i lamponi. Condire con un filo di olio e il succo di limone, spolverare con il sale e il pepe e la manciata di frutta secca. Decorare a piacere con la glassa
  • Mescolare il tutto dopo avere presentato l’insalata in tavola [non so se c’è bisogno di dirlo, ma è ovvio che servita insieme o dopo la parmigiana è meglio evitare di condire con il limone, non vorrei rischiaste l’acidità!^^]

L’ho inventata io dopo aver spiaccicato abbondantemente i lamponi portando a casa i pacchi!^^’
La trovo perfetta per concludere un pasto leggero e prepararsi per il dolce che, sicuramente i vostri ospiti avranno pensato di portare! Ad esempio questi qui:
Sempre per la serie “la voglia di cucinare scarseggia” vi propongo una ricetta che risale ai tempi universitari di Will e del suo terribile coinquilino (do you remember?). Un primo economico, semplice da preparare, velocissima, ma anche deliziosa! Perfetta, insomma, per chi ha poco tempo o voglia di mettersi ai fornelli!

INGREDIENTI

X 2 persone

  • 200 gr di farfalle
  • 15 gr di burro
  • 1 cipolla dorata
  • una confezione di uova di lompo

RICETTA

  • -Cuocere la pasta in abbondante acqua salata.
  • Nel frattempo, in una padella capiente [io per queste cose uso sempre il wok, non dovrebbe mancare in nessuna cucina] fare sciogliere il burro e mettere a soffriggere la cipolla tagliata in piccoli pezzi. Aggiungere le uova di lompo fuori dal fuoco.
  • Scolare la pasta, avendo cura di prendere un mestolo di acqua di cottura, versare le farfalle in padella e amalgamare bene con il condimento, nel caso risultasse troppo asciutta, aggiungere a discrezione l’acqua di cottura.
  • Servire immediatamente.
E buon pasto a tutti!
Non so voi, ma in estate mi manca proprio la voglia di cucinare e un po’, col caldo, anche quella di mangiare! Per questo è importante trovare piatti semplici da preparare e che stuzzichino l’appetito! Questa che vi propongo è una classica ricetta siciliana, nei ristoranti si trova sempre perchè come si suo dire, fa la sua porca figura, ha un profumo estivo e soprattutto farla non richiede nessuna fatica!

INGREDIENTI

  • 1 fetta di pesce spada (circa 200 gr)
  • 200 g. di pomodorini
  • 200 gr di pasta corta
  • uno spicchio d’aglio
  • olio extravergine d’oliva
  • pepe
  • qualche ciuffetto di menta

RICETTA

  •  Togliere la pelle dal pesce spada, ridurlo a tocchetti. Tagliare in quattro spicchi i pomodorini mondati.
  • In una padella capiente fare soffriggere l’aglio tagliato a fettine [io poi lo tolgo perchè non mi piace] e l’olio.
  • Aggiungere il pesce e farlo friggere per qualche minuto a fuoco vivo, aggiungere i pomodorini e abbassare la fiamma, cuocere per una decina di minuti, contemporaneamente con la pasta.
  • Unire la pasta al sugo, cospargere di mente e servire.

PS. di solito si aggiungono anche le melanzane fritte, io di sicuro non avevo voglia di mettermi a friggerle, ma è giusto che lo sappiate!^^

Postare delle ricette se stai morendo di fame, non è proprio la cosa più intelligente da fare, specie se mancano circa due ore per la cena, è un duro lavoro, ma qualcuno lo deve pur fare! Ma visto che l’estate è agli sgoccioli, meglio che mi spicci a postare le mie ricettine estive! Questo primo è frutto di un frigo semi vuoto unito all’imperatov di togliere di mezzo i peperoni, che per fortuna in questa casa vengono digeriti senza problemi. Si sa, l’ingegno è figlio della necessità! Come molte delle mie ricette estive è semplice e veloce, ma soprattutto buona da mangiare!

 

INGREDIENTI

 

x 2 persone

 

  • 2 peperoni
  • una scatoletta di uova di lompo
  • pinoli
  • 220 gr. di mezze penne

 

RICETTA

 

  • Cucinare i peperoni come si vuole, io li ho saltati in padella, lasciandoli croccanti.
  • Cucinare la pasta in abbondante acqua salata.
  • Una volta cotti i peperoni, unire le uova di lompo e i pinoli, leggermenti tostati in forno.
  • Condire il tutto!

THAT'S ME

MY TWITTER

Errore: Twitter non ha risposto. Aspetta qualche minuto e aggiorna la pagina.

RICETTARIO

ARCHIVIO RICETTE

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Segui assieme ad altri 9 follower